Diabolik_making of

Diabolik_ making of IL TRAILER Costume - Lo sviluppo ha richiesto quasi due mesi, con un lungo lavoro creativo per trovare il giusto mix tra l'aspetto visivo del Diabolik dei fumetti e i vincoli/vantaggi della "realtà" cinematografica. Più del 10% del budget della produzione è stato speso per lo sviluppo del costume, costruito con differenti tecnologie: dal banale tessuto, al lattice dalla scannerizzazione e modellazione del corpo, fino alla più moderna tecnologia di stampa di prototipi tridimensionale. Diabolik - E' Lorenzo Benatti, campione italiano di nuoto, nuoto stile libero farfalla. Il campione ha messo cosi tanto entusiasmo nel progetto da essere riuscito ad imitare l'espressione facciale di Diabolik anche se non era stato scelto per interpretare il volto ma soltanto il corpo. Si è allenato anche per effettuare i salti sul posto della scena nel museo. Shooting - 4 giorni di scatti fotografici interamente su sfondo uniforme, solo 3 scene sono state girate in esterni. Le riprese a 4k - una tecnica per acquisire le immagini alla migliore risoluzione possibile - sono state effettuate con la Red Epic. Post produzione - Il lavoro di post produzione è durato quasi 3 mesi ed ha coinvolto un team di 7 persone. Tutti gli ambienti sono stati ricreati con ricostruzioni 3D o tramite Matte painting, tra le più avanzate tecniche di rappresentazione dei paesaggi.

IL TRAILER
 
Costume -  Lo sviluppo  ha richiesto quasi due mesi, con un lungo lavoro creativo per trovare il giusto mix tra l'aspetto visivo del Diabolik dei fumetti e i vincoli/vantaggi della "realtà" cinematografica.  Più del 10% del budget della produzione è stato speso per lo sviluppo del costume, costruito con differenti tecnologie: dal banale tessuto, al lattice dalla scannerizzazione e modellazione del corpo, fino alla più moderna tecnologia di stampa di prototipi tridimensionale.
 
Diabolik - E' Lorenzo Benatti, campione italiano di nuoto, nuoto stile libero farfalla. 
Il campione ha messo cosi tanto entusiasmo nel progetto da essere riuscito ad imitare l'espressione facciale di Diabolik anche se non era stato scelto per interpretare il volto ma soltanto il corpo. 
Si è allenato anche per effettuare i salti sul posto della scena nel museo.
 
Shooting - 4 giorni di scatti fotografici interamente su sfondo uniforme, solo 3 scene sono state girate in esterni. 
Le riprese a 4k  - una tecnica per acquisire le immagini alla migliore risoluzione possibile - sono state effettuate con la Red Epic.
 
Post produzione - Il lavoro di post produzione è durato quasi 3 mesi ed ha coinvolto un team di 7 persone. 
Tutti gli ambienti sono stati ricreati con ricostruzioni 3D o tramite Matte painting, tra le più avanzate tecniche di rappresentazione dei paesaggi.
Back to Top